La settimana del Padova Pride tra cinema, teatro, conferenze e mostre

Proseguono da mercoledì 20 a domenica 24 giugno gli appuntamenti organizzati dal Comitato Padova Pride in collaborazione con altre realtà della città di Padova, in vista della sfilata di sabato 30 giugno. Numerosi anche questa settimana gli eventi, che spazieranno tra cinema, teatro, conferenze e mostre.

[MERCOLEDI 20 GIUGNO] Gli eventi prenderanno il via mercoledì 20 giugno alle 18.00 nella Sala Caduti di Nassyria (Piazza Capitaniato, Padova) con “Omofobia e Diritti Umani nel mondo in relazione con le Migrazioni e l’accesso alla protezione internazionale”, incontro organizzato da Boramosa – termine che in lingua sesotho significa “persone amichevoli” –progetto attivo in Veneto che si occupa di migranti e richiedenti asilo LGBTQ, e più in generale degli intrecci tra tematiche di genere, sessualità e migrazione. Nel corso dell’evento, curato da Pier Cesare Notaro (Il Grande Colibrì) e Dany Carnassale (Università di Padova) si parlerà della situazione dei diritti delle persone LGBTQ in altre parti del mondo, delle difficoltà nel vivere nei Paesi di provenienza e delle strategie che tali persone mettono in atto per organizzarsi socialmente e politicamente in contesti difficili. Verrà inoltre approfondita anche l’esperienza delle persone migrate in Italia che hanno presentato domanda di protezione internazionale in quanto persone LGBTQ, in particolare quelle residenti in Veneto. In questa parte, verrà dato spazio alle domande di riconoscimento che tali migranti pongono alle istituzioni, al mondo dell’accoglienza e alle comunità locali, nonché al tema delle discriminazioni multiple che sono costretti a vivere.

[VENERDI 22 GIUGNO] Venerdì 22 giugno alle 18.00 la Libreria “Il mondo che non vedo” (Via Beato Pellegrino 37) ospiterà la presentazione di “Sat Tour: percorsi di persone T dall’accoglienza all’attivismo”, servizio nato a Verona nel 2011 con la volontà di dare risposte ai tanti bisogni delle persone transessuali e transgender del Veneto. Attraverso la testimonianza di operatori e operatrici trans che, da utenti, sono divenuti volontari e operatori del servizio stesso verranno approfondite le diverse fasi del percorso di transizione e introdotti i servizi offerti dal Sat-Pink.

Alle 20.00 allo Studio Ottico di Camilla Pataro (via Portello 3) inaugura “Drawjob. Il porno spiegato da 22 illustratori, 6 scrittrici e 2 esperti” (aperta fino a domenica 24 giugno). Il progetto nasce dall’idea di quattro illustratori italiani, Chiara Fedele, Gianluca Folì, Riccardo Guasco e Francesco Poroli ed è organizzato dall’associazione Tapirulan. Per la sua realizzazione sono state selezionate in tutto 21 categorie del mondo del porno, che assieme all’immagine-volto del catalogo, diventano 22 opere rappresentate ognuna con una voce e uno stile diverso. Senza mai cadere nella volgarità più dichiarata e senza mai mostrare l’atto sessuale esplicito, ogni categoria viene raccontata con ironia, leggerezza e provocazione dai nomi di punta dell’illustrazione e della scrittura italiana. Durante l’inaugurazione si potrà assistere ad un live painting ad opera degli artisti Vittorio Bustaffa e Mauro Mazzara, dedicato al Padova Pride 2018, sul tema “Sessualità: identità ed erotismo”.

La serata di venerdì 22 giugno prosegue alle 21.00 al “Bios Lab Spazio Autogestito” (via Brigata Padova) che ospiterà due spettacoli teatrali: “Il Corpo Lesbico” e “In Between”. Il primo, libero semiserio adattamento dall’omonimo romanzo di Monique Wittig, è ideato e scritto da Graziella Savastano e Laura Scarmoncin ed è interpretato dalla stessa Savastano insieme a Giorgia Saga. Otto donne in un gioco di sensi attraverso le pagine di uno dei libri che hanno rivoluzionato la letteratura erotica. “In Between” vede protagonista Senith Genderotica, da oltre un decennio performer, Drag Queer, curatrice di workshop ed eventi, attivista queer, art director del progetto GendErotica – contaminazioni di arte queer e di Erotic Lunch. Lo spettacolo attraversa le numerose esperienze dell’artista, dal reading erotico alla performance di costruzione e dematerializzizione dei generi, passando per i feticci del desiderio e del potere.

[SABATO 23 GIUGNO] Sabato 23 giugno, dalle 09.00 alle 18.30, il Comitato Padova Pride 2018 ha organizzato nella Sala Polivalente Diego Valeri (via D. Valeri 17) la prima conferenza nazionale di ricerca intersezionale fra identità sessuale e forme di liberazione animale e protezione dell’ambiente. Partendo da una prospettiva multidisciplinare, si intende affrontare i temi legati alla sfera dell’identità sessuale a quella che si occupa della salvaguardia dell’ambiente unitamente ad un’etica antispecista, mettendo in luce il legame in grado di unire questi concetti. Genere e specie possono essere definiti come concetti socialmente costruiti dagli individui che detengono il dominio sull’ambiente. Nel momento in cui non si danno più per scontate le differenze fra le specie e ci si protende verso un’identità sessuale dai connotati più fluidi e basati su una critica anti-sociale (queer), si comprende come possano essere possibili forme di resistenza socialmente rilevanti e non solo di sopravvivenza nei confronti dei modelli egemonici basati sullo sfruttamento degli animali e dell’ambiente, verso un paradigma più inclusivo che possa dirsi in grado di dotare di dignità ogni essere vivente senziente, al di là delle categorie volte a giustificare i rapporti di potere. Il convegno è finanziato con il contributo dell’Università di Padova sui fondi previsti per le Iniziative culturali degli studenti, come previsto dall’art. 4, comma 5 dello Statuto. Alle 21.00 ci si sposterà nella sede di Arcigay “Tralaltro” Padova, (Corso Garibaldi 41) per la proiezione dello spettacolo “Anatomia di un risveglio” spettacolo antispecista scritto e interpretato da Barbara Mugnai con la regia di Marco Conte e la messa in scena di Pillola Rossa di Ugo Pagliai. “Anatomia di un risveglio” è un viaggio autobiografico, in cui l’autrice/attrice, Barbara Mugnai, mettendosi completamente a nudo, stabilisce un filo diretto visivo ed emotivo con il pubblico, raccontando – senza mai uscire di scena – tutte le fasi, le crisi, la sofferenza vissuta da quando è diventata vegetariana sino ad oggi. (Ingresso: 5 euro)

[DOMENICA 24 GIUGNO] La settimana del Padova Pride 20118 si concluderà all’Odeo Cornaro che domenica 24 giugno alle 21.00, “The Gender Show”, scritto e diretto da Marcela Serli e portato in scena da Atopos, unica compagnia in Europa ad essere formata interamente da persone transessuali e transgender, queer, etero, gay e lesbiche. Il punto di vista Atopos sulla fantomatica teoria gender è scioccante, irriverente, comico, uno spazio emotivo dove maestri sbagliati e cattivi spettatori si incontrano. La costruzione artistica della propria identità è possibile, magari falsata, magari sbagliata, ma l’arte, il teatro, la danza, il video restituiscono una sintesi mostruosa, felice a volte, di chi siamo. Usare la struttura di una conferenza iniziale per arrivare a una forma epica di narrazione è il modo più spiazzante per dire quello che vorremmo dire, per lasciare le domande che vorremmo lasciare.

Per informazioni
info@padovapride.it
www.padovapride.it

Il Padova Pride 2018 è organizzato con il patrocinio di: Comune di Padova, Comune di Vicenza, Università IUAV di Venezia, Comune di Trichiana, Comune di Mira, Comune di Salgareda, Comune di Carbonera, Comune di Cesiomaggiore, Comune di Asolo, Comune di Costabbissara, Comune di Stra, Comune di Valli del Pasubio, Comune di Sarego, Comune di Marano Vicentino, Comune di Gorgo al Monticano, Comune di Roana, Comune di Cappella Maggiore, Comune di Dolo, Comune di Jesolo, Comune di Fumane, Comune di Preganziol.

Hanno aderito: ACS Italy, Agedo, Amissi del Piovego, A.N.P.I., Arcella town, Arcigay Friuli, Asso Pace, Carichi Sospesi, Centro Servizio Volontariato Padova, Delos, Dreaming Academy, El Pericòn, G.a.G.a, Haus mein gott, Il Tappeto Volante, La Città Azzurra, L’Altrove, Legambiente, MaiMa, Mimosa, Mondo OQ, Pianeta Milk, Politropia Arcigay Rovigo, Psicologo di Strada, Rete degli Studenti Medi, Rete Genitori Rainbow, Sat Pink, Scuola Triveneta Cani Guida, TNG Nord Est, UDU, UAAR Sezione di Padova, Voci Globali.

Sponsor del Pride sono: Atipica Photography, Consolato Generale USA, CGIL Padova, Flexo, H-FARM, Pride Village, Rainbow Travel, Grind House, Radio Company, Unicorn.

Ufficio Stampa
Giuseppe Bettiol
3491734262
comunicati@giuseppebettiol.it
www.giuseppebettiol.it

La settimana del Padova Pride tra cinema, teatro, conferenze e mostre

Proseguono da mercoledì 20 a domenica 24 giugno gli appuntamenti organizzati dal Comitato Padova Pride in collaborazione con altre realtà della città di Padova, in vista della sfilata di sabato 30 giugno. Numerosi anche questa settimana gli eventi, che spazieranno tra cinema, teatro, conferenze e mostre.

[MERCOLEDI 20 GIUGNO] Gli eventi prenderanno il via mercoledì 20 giugno alle 18.00 nella Sala Caduti di Nassyria (Piazza Capitaniato, Padova) con “Omofobia e Diritti Umani nel mondo in relazione con le Migrazioni e l’accesso alla protezione internazionale”, incontro organizzato da Boramosa – termine che in lingua sesotho significa “persone amichevoli” –progetto attivo in Veneto che si occupa di migranti e richiedenti asilo LGBTQ, e più in generale degli intrecci tra tematiche di genere, sessualità e migrazione. Nel corso dell’evento, curato da Pier Cesare Notaro (Il Grande Colibrì) e Dany Carnassale (Università di Padova) si parlerà della situazione dei diritti delle persone LGBTQ in altre parti del mondo, delle difficoltà nel vivere nei Paesi di provenienza e delle strategie che tali persone mettono in atto per organizzarsi socialmente e politicamente in contesti difficili. Verrà inoltre approfondita anche l’esperienza delle persone migrate in Italia che hanno presentato domanda di protezione internazionale in quanto persone LGBTQ, in particolare quelle residenti in Veneto. In questa parte, verrà dato spazio alle domande di riconoscimento che tali migranti pongono alle istituzioni, al mondo dell’accoglienza e alle comunità locali, nonché al tema delle discriminazioni multiple che sono costretti a vivere.

[VENERDI 22 GIUGNO] Venerdì 22 giugno alle 18.00 la Libreria “Il mondo che non vedo” (Via Beato Pellegrino 37) ospiterà la presentazione di “Sat Tour: percorsi di persone T dall’accoglienza all’attivismo”, servizio nato a Verona nel 2011 con la volontà di dare risposte ai tanti bisogni delle persone transessuali e transgender del Veneto. Attraverso la testimonianza di operatori e operatrici trans che, da utenti, sono divenuti volontari e operatori del servizio stesso verranno approfondite le diverse fasi del percorso di transizione e introdotti i servizi offerti dal Sat-Pink.

Alle 20.00 allo Studio Ottico di Camilla Pataro (via Portello 3) inaugura “Drawjob. Il porno spiegato da 22 illustratori, 6 scrittrici e 2 esperti” (aperta fino a domenica 24 giugno). Il progetto nasce dall’idea di quattro illustratori italiani, Chiara Fedele, Gianluca Folì, Riccardo Guasco e Francesco Poroli ed è organizzato dall’associazione Tapirulan. Per la sua realizzazione sono state selezionate in tutto 21 categorie del mondo del porno, che assieme all’immagine-volto del catalogo, diventano 22 opere rappresentate ognuna con una voce e uno stile diverso. Senza mai cadere nella volgarità più dichiarata e senza mai mostrare l’atto sessuale esplicito, ogni categoria viene raccontata con ironia, leggerezza e provocazione dai nomi di punta dell’illustrazione e della scrittura italiana. Durante l’inaugurazione si potrà assistere ad un live painting ad opera degli artisti Vittorio Bustaffa e Mauro Mazzara, dedicato al Padova Pride 2018, sul tema “Sessualità: identità ed erotismo”.

La serata di venerdì 22 giugno prosegue alle 21.00 al “Bios Lab Spazio Autogestito” (via Brigata Padova) che ospiterà due spettacoli teatrali: “Il Corpo Lesbico” e “In Between”. Il primo, libero semiserio adattamento dall’omonimo romanzo di Monique Wittig, è ideato e scritto da Graziella Savastano e Laura Scarmoncin ed è interpretato dalla stessa Savastano insieme a Giorgia Saga. Otto donne in un gioco di sensi attraverso le pagine di uno dei libri che hanno rivoluzionato la letteratura erotica. “In Between” vede protagonista Senith Genderotica, da oltre un decennio performer, Drag Queer, curatrice di workshop ed eventi, attivista queer, art director del progetto GendErotica – contaminazioni di arte queer e di Erotic Lunch. Lo spettacolo attraversa le numerose esperienze dell’artista, dal reading erotico alla performance di costruzione e dematerializzizione dei generi, passando per i feticci del desiderio e del potere.

[SABATO 23 GIUGNO] Sabato 23 giugno, dalle 09.00 alle 18.30, il Comitato Padova Pride 2018 ha organizzato nella Sala Polivalente Diego Valeri (via D. Valeri 17) la prima conferenza nazionale di ricerca intersezionale fra identità sessuale e forme di liberazione animale e protezione dell’ambiente. Partendo da una prospettiva multidisciplinare, si intende affrontare i temi legati alla sfera dell’identità sessuale a quella che si occupa della salvaguardia dell’ambiente unitamente ad un’etica antispecista, mettendo in luce il legame in grado di unire questi concetti. Genere e specie possono essere definiti come concetti socialmente costruiti dagli individui che detengono il dominio sull’ambiente. Nel momento in cui non si danno più per scontate le differenze fra le specie e ci si protende verso un’identità sessuale dai connotati più fluidi e basati su una critica anti-sociale (queer), si comprende come possano essere possibili forme di resistenza socialmente rilevanti e non solo di sopravvivenza nei confronti dei modelli egemonici basati sullo sfruttamento degli animali e dell’ambiente, verso un paradigma più inclusivo che possa dirsi in grado di dotare di dignità ogni essere vivente senziente, al di là delle categorie volte a giustificare i rapporti di potere. Il convegno è finanziato con il contributo dell’Università di Padova sui fondi previsti per le Iniziative culturali degli studenti, come previsto dall’art. 4, comma 5 dello Statuto. Alle 21.00 ci si sposterà nella sede di Arcigay “Tralaltro” Padova, (Corso Garibaldi 41) per la proiezione dello spettacolo “Anatomia di un risveglio” spettacolo antispecista scritto e interpretato da Barbara Mugnai con la regia di Marco Conte e la messa in scena di Pillola Rossa di Ugo Pagliai. “Anatomia di un risveglio” è un viaggio autobiografico, in cui l’autrice/attrice, Barbara Mugnai, mettendosi completamente a nudo, stabilisce un filo diretto visivo ed emotivo con il pubblico, raccontando – senza mai uscire di scena – tutte le fasi, le crisi, la sofferenza vissuta da quando è diventata vegetariana sino ad oggi. (Ingresso: 5 euro)

[DOMENICA 24 GIUGNO] La settimana del Padova Pride 20118 si concluderà all’Odeo Cornaro che domenica 24 giugno alle 21.00, “The Gender Show”, scritto e diretto da Marcela Serli e portato in scena da Atopos, unica compagnia in Europa ad essere formata interamente da persone transessuali e transgender, queer, etero, gay e lesbiche. Il punto di vista Atopos sulla fantomatica teoria gender è scioccante, irriverente, comico, uno spazio emotivo dove maestri sbagliati e cattivi spettatori si incontrano. La costruzione artistica della propria identità è possibile, magari falsata, magari sbagliata, ma l’arte, il teatro, la danza, il video restituiscono una sintesi mostruosa, felice a volte, di chi siamo. Usare la struttura di una conferenza iniziale per arrivare a una forma epica di narrazione è il modo più spiazzante per dire quello che vorremmo dire, per lasciare le domande che vorremmo lasciare.

Per informazioni
info@padovapride.it
www.padovapride.it

Il Padova Pride 2018 è organizzato con il patrocinio di: Comune di Padova, Comune di Vicenza, Università IUAV di Venezia, Comune di Trichiana, Comune di Mira, Comune di Salgareda, Comune di Carbonera, Comune di Cesiomaggiore, Comune di Asolo, Comune di Costabbissara, Comune di Stra, Comune di Valli del Pasubio, Comune di Sarego, Comune di Marano Vicentino, Comune di Gorgo al Monticano, Comune di Roana, Comune di Cappella Maggiore, Comune di Dolo, Comune di Jesolo, Comune di Fumane, Comune di Preganziol.

Hanno aderito: ACS Italy, Agedo, Amissi del Piovego, A.N.P.I., Arcella town, Arcigay Friuli, Asso Pace, Carichi Sospesi, Centro Servizio Volontariato Padova, Delos, Dreaming Academy, El Pericòn, G.a.G.a, Haus mein gott, Il Tappeto Volante, La Città Azzurra, L’Altrove, Legambiente, MaiMa, Mimosa, Mondo OQ, Pianeta Milk, Politropia Arcigay Rovigo, Psicologo di Strada, Rete degli Studenti Medi, Rete Genitori Rainbow, Sat Pink, Scuola Triveneta Cani Guida, TNG Nord Est, UDU, UAAR Sezione di Padova, Voci Globali.

Sponsor del Pride sono: Atipica Photography, Consolato Generale USA, CGIL Padova, Flexo, H-FARM, Pride Village, Rainbow Travel, Grind House, Radio Company, Unicorn.

Giuseppe Bettiol

Giuseppe Bettiol

Ufficio Stampa

CONTATTI

Via delle Belle Parti, 17

35141 Padova (Italy)

mob. (+39) 349- 1734262

SOSTIENI ANCHE TU!

Categorie

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.

Ricevi tutte le news sugli eventi e le iniziative Padova Pride 2018

Leggi l’informativa sulla privacy ed iscriviti alla nostra newsletter, in questo modo riceverai aggiornamenti e informazioni sugli eventi legati al padova Pride 2018, le anticipazioni sugli spettacoli e la manifestazione, tutte le informazioni utili per partecipare. 

 

La tua iscrizione è avvenuta con successo! Ci vediamo al Pride!

Share This